L’emozionale lato “Pietroso” di Montalcino.

RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.vinoinrosa.com/lemozionale-lato-pietroso-montalcino/
Twitter
LinkedIn
Instagram

Avete presente uno di quei pomeriggi autunnali pieni di sole? Quelli che ti fanno venir voglia di respirare la natura prima che si addormenti…

Era proprio uno di quei pomeriggi quando sono andata a trovare Cecilia Brandini a “Pietroso”, l’azienda agricola che gestisce con suo marito Gianni (il titolare) ed i due figli.

Sedermi nella sala degustazione, completamente a vetri, e godere della pace con gli occhi… un sogno.


Avevo già fugacemente degustato il Rosso di Montalcino Pietroso 2015, ne ero rimasta così colpita che ho deciso di contattare l’azienda. Volevo assolutamente sapere di più su questo meraviglioso Sangiovese e sui suoi “fratelli”.

Cecilia, gentilissima (e poi ho scoperto anche bellissima!), mi ha invitata da lei.
E’ impegnata con dei clienti, mi porge uno splendido calice Zalto e mi lascia in compagnia dei vini e dello splendido panorama, in attesa di raccontarmi la loro storia…

Noi donne si sa, amiamo il vino per le emozioni che ci regala e per il contesto che accompagna. Ne amiamo i profumi, la trama suadente e la limpidezza nel colore. Ne amiamo la capacità di riportare alla mente i nostri più bei ricordi.

Quando “annuso” un vino per me emozionale, un sorriso appare spontaneamente sul mio volto, una risposta automatica del corpo al piacere. Ecco, i vini Pietroso sono tra quelli che io definisco “femminili”, e con femminile intendo capaci di conquistarti con la loro eleganza e finezza, ma allo stesso tempo semplicità e sensualità.

Il Rosso di Montalcino è di un limpido Rosso Rubino vivace, si intona perfettamente con il paesaggio che ammiro dalla vetrata.

Un paesaggio fatto di colline, vigneti e file di cipressi che si scorgono in lontananza, pare infinito.
Avvicinando il naso al calice posso immediatamente immergermi nei profumi di ciliegia, lampone e fragola.

I frutti rossi sono predominanti ed accompagnano una leggera nota di cardamomo. Il richiamo ai terreni in cui sono piantati i vigneti è lasciato alla mineralità che chiude la raffinatissima sensazione olfattiva.

L’eleganza e la finezza appena si gusta il primo sorso sono in perfetta sintonia con quanto anticipato dai profumi. Freschezza, tannini finissimi, equilibrio… tutto sorretto da una piacevolissima acidità che lo rende un Sangiovese estremamente godibile.

Verso nel calice il Brunello di Montalcino, annata 2012, il sorriso arriva immediatamente. Non mi prendete per matta, ma alcuni vini sono capaci di darmi così forte emozione da farmi quasi commuovere.

E’ questo il caso… una infinità di profumi unici, dal cioccolato bianco alle note fruttate di kaki e frutti di bosco. E poi ancora vaniglia, erbe aromatiche, cuoio finendo con il “Pietroso”. Tutti quei profumi che mi rievocano i pomeriggi passati con mia nonna a preparare crostate e le gite nei boschi da bambina.

Lo bevo, ed i ricordi si trasformano in sensazioni di immenso piacere nel riconoscere la sensualità e l’eleganza di un Brunello che sa non esagerare mai nella sua splendida persistenza.
Un vino che ti conquista e non si dimentica più.


Arriva Cecilia e si siede con me, passiamo l’intero pomeriggio a chiacchierare piacevolmente, mi racconta delle loro vigne, della loro splendida unione familiare. Era come essere a casa.

Mi racconta del loro vigneto più antico, dal quale viene prodotto l’IGT Villa Montosoli, vino che merita uno spazio dedicato per la complessità che lo caratterizza.

Un tempo era naturale avere piccole percentuali di altre varietà di uve in uno stesso vigneto. Ciò che caratterizza questo IGT è proprio la piccola presenza, insieme al Sangiovese Grosso, di queste altre varietà come Trebbiano, Colorino, Canaiolo…

Il Vigneto ormai troppo antico, mi racconta Cecilia, è stato reimpiantato lo scorso anno e darà vita ad un futuro Cru di Brunello di Montalcino.

Io e Cecilia siamo talmente perdute tra chiacchiere e vini meravigliosi che vediamo il sole tramontare e le stelle farsi visibili.

Mi accompagna brevemente in cantina e poi in Bottaia, totalmente in Pietra, la vista non smette di meravigliarsi.

Torno a casa con un pezzetto di quelle emozioni, ma lascio lì un po’ delle mie…

 

 

Azienda Agricola Pietroso di Pignattai Gianni

Podere Pietroso 257

53024 Montalcino (SI)

Tel. 0577 848573

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *